Minuti Investigazioni

PROFESSIONALITÀ

RISERVATEZZA

COMPETENZA

INFORMAZIONE

PREVENZIONE

SICUREZZA

Attività investigativa preventiva (art. 391/nonies c.p.p.)

tribPuò accadere che una persona sottoposta ad indagini non abbia notizia formale della pendenza di un procedimento a suo carico. Ciò accade quando il pubblico ministero non debba svolgere alcuna attività investigativa cosìdetta "partecipata". Tuttavia la persona sottoposta ad indagini potrebbe venire a conoscenza, magari dalla stampa, dell'esistenza di un procedimento a suo carico. Anche in questi casi, peraltro, l'indagato può esercitare pienamente i suoi diritti difensivi e, tra questi, le indagini della difesa hanno un ruolo tutt'altro che secondario. La disciplina delle indagini difensive precisa, infatti, che l'attività della difesa può iniziare quando ciò sia ritenuto necessario, indipendentemente dall'assunzione della qualità di indagato. L'art. 391 nonies c.p.p. consente, cioè, le indagini difensive anche prima del procedimento. L'indagato che sappia informalmente o tema di essere tale può conferire mandato all'avvocato per svolgere attività investigativa preventiva. In tal caso il mandato dovrà contenere l'indicazione dei fatti cui si riferisce. Le indagini difensive preventive possono essere svolte, e più spesso accade che siano svolte, per la persona offesa, anche per valutare la "tenuta" dell'accusa prima della predisposizione di una denuncia querela. Se, all'esito delle investigazioni, si sarà ottenuto un risultato proficuo, si potrà procedere alla redazione della denuncia querela allegando la documentazione relativa alle indagini preventive svolte, che potrà essere così utile al pubblico ministero inquirente e consentire una più rapida conclusione dell'inchiesta.

Sei qui: Home Indagini Indagini Penali Difensive Attività investigativa preventiva (art. 391/nonies c.p.p.)