Minuti Investigazioni

PROFESSIONALITÀ

RISERVATEZZA

COMPETENZA

INFORMAZIONE

PREVENZIONE

SICUREZZA

Ricerca di prove e controprove

impronta-digitaleDal combinato degli articoli 468 e 495 c.p.p. l'imputato ha diritto all'ammissione di prove indicate a suo discarico su fatti costituenti oggetto di prova a suo carico e lo stesso vale per la pubblica accusa (in attuazione del principio di parità). Il giudice, secondo l'art 495 c.p.p., ammetterà i mezzi di prova a richiesta di parte valutando solo che questi non siano illegali o evidentemente superflui o sovrabbondanti. Va ricordato che sono oggetto di prova, secondo l'art 187 c.p.p., solo i fatti relativi all'imputazione, alla punibilità, all'applicazione di norme processuali e per la determinazione della pena. Inoltre sono oggetto di prova i fatti riguardanti la responsabilità civile dell'imputato solo se si è costituita la parte civile. Portare in giudizio una controprova od una nuova prova, che sia in grado di controbattere in parte o del tutto la tesi portata avanti dall'accusa, spesso si può rivelare come la svolta di un processo, ribaltando situazioni altrimenti disperate.

Sei qui: Home Indagini Indagini Penali Difensive Ricerca di prove e controprove